Natale zero sacrifici!

Si avvicina dicembre e inevitabilmente aumentano le occasioni per aperitivi e cene degli auguri prima delle feste natalizie. Crescono i dubbi e le paure di vanificare gli sforzi fatti o di peggiorare quel peso e quel gonfiore tanto fastidiosi.

Come comportarsi?

Il problema è principalmente la frequenza di questi eventi, ma anche la quantità e la qualità del cibo. Per questo molti pensano addirittura di declinare l’invito! È giusto?

Rifiutare gli inviti sarebbe la cosa peggiore da fare perché se da un lato ti permette di “non perdere controllo sul cibo”, dall’altro significa privarti di un’occasione importante per il tuo benessere psichico e sociale. Declinare l’invito aumenterebbe solo la frustrazione legata alla rinuncia e ai “limiti imposti dalla dieta” con il rischio di aumentare abbuffate e voglia di evadere in altri momenti.

Conviene quindi accettare l’invito e studiare la strategia migliore!

Vediamone alcune insieme:

Andare MA non mangiare

Rappresenta una tortura inutile e potrebbe creare situazioni di disagio. Considerare qualche pasto libero e non essere eccessivamente restrittivi e punitivi favorisce la motivazione al percorso che stai affrontando.

ANDARE MA mangiare a parte

II cibo è fonte di socialità e aggregazione, mangiare diversamente dagli altri ti farebbe sentire escluso o diverso.

ANDARE dopo mangiato

NI; solo se gli inviti e le occasioni sono tanti e molto frequenti e questo ti causa sensazioni di pesantezza più del piacere di condividere.

Trovare il giusto equilibrio può davvero essere la soluzione migliore!

Un percorso nutrizionale ben fatto, ti accompagna anche nella consapevolezza di ciò che ti piace e di ciò di cui il tuo corpo ha bisogno.

Non si tratta più di “rinunciare” al dolce o al vino ma di attuare consapevolmente alcune strategie che possono esserti utili a mantenere i risultati raggiunti e il benessere nelle occasioni sociali prima delle feste, per godere a pieno del piacere del cibo e delle persone care.

Scegliere consapevolmente significa:

  • Imparare ad ascoltare il proprio corpo nelle sensazioni di fame, sazietà;
  • Saper scegliere quanto o cosa mangiare in base ai propri gusti;
  • Vivere a pieno l’occasione gustando il cibo in compagnia.

È fondamentale quindi giocare d’anticipo definendo strategie alimentari e comportamentali per affrontare in maniera serena le prossime settimane, prima del tanto atteso Natale.

Se non l’hai già fatto chiedi aiuto, prenota una consulenza!

Vuoi approfondire l’argomento? Contattami!

Privacy

Ti potrebbe interessare..

Couperose: rimedi nutrizionali 1

Couperose: rimedi nutrizionali 1

Couperose: rimedi nutrizionali La couperose è un disturbo dermatologico che colpisce principalmente il viso (guance e naso) e il collo, causando arrossamenti per l'improvvisa dilatazione dei vasi sanguigni. I sintomi più caratteristici sono arrossamento, sensazione di...

Obesità, diabete ed emicrania

Obesità, diabete ed emicrania

Obesità, diabete ed emicrania Numerosi studi hanno dimostrato che soggetti con obesità presentano con maggior frequenza crisi di emicrania rispetto alla popolazione generale. Il legame è probabilmente dovuto alle alterazioni metaboliche tipiche di queste condizioni...

Dieta e cefalea: cause e rimedi

Dieta e cefalea: cause e rimedi

Dieta e Cefalea: cause e rimedi  La cefalea è una delle patologie più diffuse al mondo di cui ancora non si conoscono del tutto le cause. Esistono forme di mal di testa primarie (che comprendono emicrania, cefalea muscolo tensiva) e secondarie cioè dipendenti da altre...