Parliamo di Celiachia

La Malattia Celiaca (o Celiachia) è un’infiammazione cronica al glutine che si sviluppa in soggetti geneticamente predisposti.
Si tratta di una condizione di autoimmunità nei confronti della mucosa intestinale che si manifesta quando la persona, geneticamente predisposta, ingerisce glutine. 

Sai che cos’è il glutine?

Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali, nello specifico: frumento, segale, orzo, avena, farro, spelta, kamut®, triticale, bulgur. 

Quali sono i sintomi?

I sintomi legati alla celiachia sono molti. Più comunemente si manifestano a livello intestinale (diarrea con marcato dimagrimento) ma la malattia può presentarsi anche con sintomi estranei al tratto digerente.
Tra i sintomi extra-intestinali si hanno: anemia, astenia, amenorrea, infertilità, aborti ricorrenti, bassa statura, ulcere del cavo orale, osteoporosi, dolori articolari, dermatiti, edemi, alopecia.
Trattandosi di una malattia su base immunologica, la celiachia si associa spesso ad altre malattie autoimmuni come il diabete mellito tipo 1, la tiroidite di Hashimoto, la malattia di Addison, la sindrome di Sjiogren, la psoriasi, l’artrite reumatoide, l’epatite autoimmune, l’alopecia areata.

Un tempo era ritenuta una patologia esclusivamente pediatrica, oggi sappiamo che la celiachia può presentarsi a qualsiasi età ma spesso per gli adulti la diagnosi può essere più tardiva a causa dei sintomi più comunemente extra-intestinali.  

Come si cura la celiachia?

L’unica terapia attualmente efficace e riconosciuta è la DIETA. Le persone celiache devono escludere RIGOROSAMENTE per tutta la vita tutti gli alimenti che contengono glutine evitando ogni trasgressione.

Inoltre, è necessario ridurre il più possibile le contaminazioni cioè il rischio di “assunzione nascosta” di glutine a causa di comportamenti errati. Ciò può rendere difficile la relazione con gli altri in contesti che prevedono pasti fuori casa: dalla scuola al lavoro, dal viaggio ai momenti di svago con gli amici. 

Dal 2005 la celiachia è riconosciuta “malattia sociale” in quanto spesso la percezione di difficoltà di gestione e il conseguente isolamento relazionale hanno un impatto psicologico maggiore rispetto al danno fisico che la malattia (se ben gestita) comporta.
Esiste inoltre una normativa che tutela il celiaco nelle mense pubbliche: la legge 123/2005 prevede infatti che “Nelle mense delle strutture scolastiche e ospedaliere e nelle mense delle strutture pubbliche devono essere somministrati, previa richiesta degli interessati, anche pasti senza glutine”. 

 

Se pensi di aver bisogno di una consulenza per gestire al meglio la tua alimentazione senza glutine incontriamoci!

Chiamami o scrivimi su Whatsapp: 348 0032399

O scrivimi qui sotto per ricevere info, ti ricontatterò al più presto!

Vuoi approfondire l’argomento celiachia? Contattami!

Privacy

Ti potrebbe interessare..

Couperose: rimedi nutrizionali 1

Couperose: rimedi nutrizionali 1

Couperose: rimedi nutrizionali La couperose è un disturbo dermatologico che colpisce principalmente il viso (guance e naso) e il collo, causando arrossamenti per l'improvvisa dilatazione dei vasi sanguigni. I sintomi più caratteristici sono arrossamento, sensazione di...

Obesità, diabete ed emicrania

Obesità, diabete ed emicrania

Obesità, diabete ed emicrania Numerosi studi hanno dimostrato che soggetti con obesità presentano con maggior frequenza crisi di emicrania rispetto alla popolazione generale. Il legame è probabilmente dovuto alle alterazioni metaboliche tipiche di queste condizioni...

Dieta e cefalea: cause e rimedi

Dieta e cefalea: cause e rimedi

Dieta e Cefalea: cause e rimedi  La cefalea è una delle patologie più diffuse al mondo di cui ancora non si conoscono del tutto le cause. Esistono forme di mal di testa primarie (che comprendono emicrania, cefalea muscolo tensiva) e secondarie cioè dipendenti da altre...